IFRA 2018 is opening and full of people

Berlino L’evento principale dell’editoria europea si preaanuncia interessante

IFRA 2018 is opening and full of people

08 Gennaio 2019

di Peppino il Breve

«Speriamo che il primo gennaio 2019 segni definitivamente l’avvio della fatturazione elettronica», che «è uno strumento importantissimo per aggredire un pezzo dell’evasione dell’Iva» e «fuori da ogni dubbio è un fattore di sviluppo per il Paese perché costringe le imprese a digitalizzarsi». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori», ma ha incontrato una resistenza che «si può anche spiegare con la mancanza di una prospettiva più ampia». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori», ma ha incontrato una resistenza che «si può anche spiegare con la mancanza di una prospettiva più ampia». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori», ma ha incontrato una resistenza che «si può anche spiegare con la mancanza di una prospettiva più ampia». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori», ma ha incontrato una resistenza che «si può anche spiegare con la mancanza di una prospettiva più ampia». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori», ma ha incontrato una resistenza che «si può anche spiegare con la mancanza di una prospettiva più ampia». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori», ma ha incontrato una resistenza che «si può anche spiegare con la mancanza di una prospettiva più ampia». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori», ma ha incontrato una resistenza che «si può anche spiegare con la mancanza di una prospettiva più ampia». Lo afferma la direttrice del dipartimento finanze del ministero dell’Economia, Fabrizia Lapecorella, in un’audizione alla Commissione Finanze della Camera, dove mostra disponibilità a «modificare il meccanismo» in caso di criticità.

La fatturazione elettronica, osserva Lapecorella, «sarebbe dovuta partire a luglio per alcuni tipi di transazioni e operatori».

Multimedia