Il titolo per il digitale

XxxXxx

Il titolo per il digitale

04 Ottobre 2020

Atleti e staff tecnico Amendolara,ieri ha giocato con Fuscaldo

(ANSA) - AMENDOLARA, 04 OTT - L’intera squadra di calcio, compreso lo staff tecnico, dell’Amendolara, formazione militante nel girone A del campionato di Prima Categoria calabrese, è stata messa in quarantena obbligatoria. Ad annunciarlo, con un post sulla pagina Facebook , è stato il primo cittadino del comune dell’Alto Jonio Cosentino, Antonello Ciminelli. «Il sindaco Ciminelli, farà recapitare in queste ore - è scritto nel post - le ordinanze a tutti i calciatori dell’A.C. Amendolara che ieri pomeriggio hanno affrontato, in casa, la compagine del Fuscaldo, per la prima giornata del campionato di Prima Categoria. Le ordinanze si rendono necessarie in quanto un calciatore del Fuscaldo, sceso in campo, è risultato positivo al Covid-19. Il sindaco Ciminelli appena avvisato dall’Azienda sanitaria provinciale di Cosenza ha attivato immediatamente il protocollo per quanto di sua competenza. I calciatori e lo staff dell’A.C. Amendolara sono già in isolamento in attesa di ricevere l’ordinanza».

L’Asp effettuerà i tamponi su queste persone probabilmente da giovedì, in quanto prima i test potrebbero non essere attendibili. «Il Comune di Amendolara, qualora i tamponi dovessero ritardare - precisa Ciminelli - è comunque pronto a sottoporre calciatori e staff a test sierologico. Il sindaco invita i cittadini a non allarmarsi, fiducioso che la squadra sino all’esito del tampone non avrà contatti con il mondo esterno e con i familiari conviventi». (ANSA).

’Polizia kosovara, Eulex e Kfor trovino i responsabilì

(ANSAmed) - BELGRADO, 04 OTT - La dirigenza di Belgrado ha espresso oggi seria preoccupazione per un episodio avvenuto ieri in Kosovo nel villaggio multietnico di Donja Brnjica, non lontano da Pristina, dove uno sconosciuto ha sparato colpi di armi da fuoco davanti a una scuola al cui interno si trovavano allievi serbi. Non vi sono state conseguenze gravi nè feriti, ma - come riferiscono i media - le autorità di Belgrado si sono dette molto preoccupate chiedendo che si faccia luce sull’episodio e che da parte della polizia kosovara, della missione europea Eulex e della Kfor vi sia un maggiore impegno a difesa della popolazione serba in Kosovo.

Multimedia