Donna braziliana piange

Donna braziliana piange

News

Mondiali, Brasile-Germania 1-7: umiliazione storica, tedeschi in finale

La Seleçao, senza Neymar e Thiago Silva, subisce una batosta senza precedenti: nel primo tempo gol di Mueller, Klose, doppietta di Kroos, Khedira. Nella ripresa arrotonda Schuerrle prima del gol bandiera di Oscar

09 Luglio 2014

Una partita storica. Per una volta non abusiamo del termine. Il 7-1 (sì, avete letto bene, 7-1) con cui la Germania va in finale avrà un posto di primo piano nei testi sacri del pallone. Mai una semifinale mondiale si era conclusa con sei gol di scarto. Mai il Brasile, che non perdeva dal 1975 in partite ufficiali in casa, aveva perso 7-1. Da non credere, altro che Maracanazo 1950. L'unica cosa normale di questa partita sono le facce dei tedeschi dopo i gol. I vari Mueller, Klose, Kroos, Khedira e Schuerrle esultano come farebbe uno che ha trovato la macchinetta per timbrare il biglietto in metropolitana. Un po' è freddezza teutonica, un po' calma di chi si sente forte. Un risultato così clamoroso non può avere una sola spiegazione. La Germania è una squadra meravigliosa, la più forte vista al Mondiale. Piedi notevoli, grande organizzazione e condizione atletica eccellente. Sull'altro fronte le assenze di Neymar e Thiago Silva, gli unici fuoriclasse della Seleçao, fanno venire al pettine tutti i nodi. Difesa a tratti imbarazzante, centrocampo scolastico e attacco nullo senza O'Ney, con Fred subissato di fischi. E la squadra dopo il 3-0 è scomparsa sul piano mentale.

Multimedia