Ristoratori felici

TartuFo Viano

Ristoratori felici

commensali stupiti dalla qualità

19 Luglio 2017

Daniel La kermesse dedicata al preziosissimo fungo si è rivelata un successo. Ristoranti pieni e trionfo dei prodotti della tradizione. Bedeschi: «Ottima affluenza . Azzeccata la scelta di chiudere la Provinciale»

VIANO – La fiera del tartufo di Viano è stata un grande successo. A testimoniarlo ci sono i numeri e in particolare il dato dei visitatori che da tutta la provincia e anche dalle regioni vicine, ha affollato le strade, i ristoranti e la piazza del paese collinare. In 6mila hanno passato la giornata tra bancarelle, deliziosi piatti a base di tartufo e intrattenimenti vari.

Completamente esauriti i posti ai ristoranti che servivano menù a tema. Quattro i primi: risotto al tartufo, tortelli al tartufo, lasagne alla bolognese e rosette al prosciutto e formaggio; tre i secondi: uova al tartufo, scaloppine al tartufo e al limone; contorno di patate arrosto e torte a volontà.

La splendida giornata di sole ha favorito l’affluenza.

Il via ufficiale alla kermesse è avvenuto alle 9.30 con il taglio del nastro alla presenza del sindaco Giorgio Bedeschi. Mezzora dopo è andata in scena la gara con cani da tartufo al parco del paese. Poi l’esibizione delle majorette e, nel pomeriggio, il concerto del gruppo bandistico di Gonzaga diretta dal maestro Andrea Mastroeni. Per tutto il giorno nelle vie e piazze del paese sono state prese d’assalto le bancarelle con prodotti tipici, assaggi e curiosità. Molto apprezzati dal pubblico anche il padiglione agro-alimentare allestito al Centro Polivalente, la mostra del fungo a cura del gruppo micologico e naturalistico Franchi di Reggio e le fattorie didattiche di San Giovanni di Querciola e Casina.

Code per le degustazioni di formaggio Parmigiano Reggiano delle Latterie vianesi e grande curiosità per le bancarelle dell’artigianato artistico.

ad allietare la giornata ha contribuito, esibendosi nella piazza principale, il duo canoro composto da Michele Campani e Barbara Cervi.

«L’edizione di quest’anno è stata da record – è il commento entusiasta del primo cittadino – La chiusura della strada, novità di quest’anno, ha portato grandi benefici all’intera organizzazione. Sarà una forma che ripeteremo anche l’anno prossimo. I ristoranti erano tutti pieni e ci sono persone che hanno mangiato alle 16, il che significa che di visitatori ce ne sono stati. Ringrazio tutti i volontari e le associazioni che hanno reso possibile l’evento. Siamo la città del tartufo e lo abbiamo dimostrato».

Multimedia